Music

Juventus all’Accademia di Santa Cecilia

l Maestro Pappano riporta all’attenzione del pubblico romano il primo poema sinfonico di Victor de Sabata, Juventus (1919).
L’orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia lo esegui’ per la prima volta all’Augusteo nel 1920, diretto Arturo Toscanini.

Juventus all’Accademia di Santa Cecilia

l Maestro Pappano riporta all’attenzione del pubblico romano il primo poema sinfonico di Victor de Sabata, Juventus (1919).
L’orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia lo esegui’ per la prima volta all’Augusteo nel 1920, diretto Arturo Toscanini.

Juventus all’Accademia di Santa Cecilia

l Maestro Pappano riporta all’attenzione del pubblico romano il primo poema sinfonico di Victor de Sabata, Juventus (1919).
L’orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia lo esegui’ per la prima volta all’Augusteo nel 1920, diretto Arturo Toscanini.

“Suite per grande orchestra in quattro tempi” nel quadro delle commemorazioni del Principe Alberto I dell’Orchestra filarmonica di Monte-Carlo

Il Maestro Kazuki Yamada conferma il suo interesse per la figura di Victor de Sabata compositore. In apertura del concerto di commemorazione del Principe Alberto I di Monaco l’Orchestra filarmonica di Monte-Carlo eseguirà la Suite per grande orchestra in quattro tempi, composizione giovanile di de Sabata, con la quale si diplomò al Conservatorio Verdi di Milano.

Programma della serata

Victor de Sabata compositore ed interprete a Venezia

La figura di Victor de Sabata verrà ricordata da Stella de Sabata ed Alessandro Marangoni nel quadro degli incontri sui “Protagonisti del Novecento” della Fondazione Levi. Particolare rilievo sarà dato alla presenza del Maestro a Venezia sia come compositore che come direttore d’orchestra.
L’incontro sarà trasmesso sul canale YouTube della Fondazione Levi.

Juventus: omaggio a Victor de Sabata

Un secolo fa, nel 1919, il triestino Victor de Sabata -più conosciuto come immenso direttore d’orchestra ma anche validissimo compositore ed ottimo pianista- componeva il suo primo poema sinfonico Juventus, che trascriveva in seguito per pianoforte.

Il pianista Alessandro Marangoni ricorda questo anniversario con l’esecuzione di Juventus, che commenterà anche dal punto di vista stilistico ed interpretativo, e con altre brevi composizioni pianistiche del Maestro.

La figura di Victor de Sabata, i cui ultimi concerti in Argentina risalgono al 1949, verrà ricordata dalla nipote Maria Stella de Sabata.

Sito ufficiale Istituto Italiano di Cultura di Buenos Aires

 

Video della conferenza-concerto

Juventus in apertura della stagione sinfonica dell’Orchestra filarmonica di Monte-Carlo

Il Maestro Kazuki Yamada dirige il primo poema sinfonico di de Sabata, Juventus, nel concerto di apertura della stagione sinfonica 2019-2020.
Composto durante il periodo direttoriale monegasco di de Sabata (che fu direttore stabile dell’Orchestra dal 1918 per oltre un decennio), Juventus fu presentato in Principato nella primavera del 1919.

Juventus – Omaggio a Victor de Sabata all’Istituto Italiano di Cultura di Buenos Aires

Un secolo fa, nel 1919, il triestino Victor de Sabata -più conosciuto come immenso direttore d’orchestra ma anche validissimo compositore ed ottimo pianista- componeva il suo primo poema sinfonico Juventus, che trascriveva in seguito per pianoforte.

Il pianista Alessandro Marangoni ricorda questo anniversario con l’esecuzione di Juventus, che commenterà anche dal punto di vista stilistico ed interpretativo, e con altre brevi composizioni pianistiche del Maestro.

La figura di Victor de Sabata, i cui ultimi concerti a Buenos Aires risalgono al 1949, verrà altresi’ ricordata dallo scrittore e critico musicale José Luis Saenz, e dalla nipote Maria Stella de Sabata.

Sito ufficiale Istituto Italiano di Cultura di Buenos Aires

Trieste – Compleanno Victor de Sabata

Giovedì 4 aprile alle ore 17.30 al Circolo della Stampa (corso Italia 13, primo piano), festa di compleanno, un po’ insolita,  per il Maestro Victor de Sabata, musicista, direttore d’orchestra, compositore. La parabola artistica ed umana del grande musicista triestino sarà rievocata da Liliana Ulessi, che ha dedicato al Maestro una delle sue interviste impossibili, raccolta in un volume e un originale radiofonico per la Rai.

Maggiori informazioni sull’evento sul sito del Circolo della Stampa di Trieste

Liliana Ulessi
Giovanni Pacor