TESTIMONIANZE

Testimonianze tratte da:
“Victor de Sabata – Nel centenario dalla nascita”
Teatro alla Scala, 1992

Ringraziamo il Teatro alla Scala per l’autorizzazione a riprodurre questo testo.

Immagine di Victor de Sabatadi Alfredo Mandelli

Una fotografia di gruppo, ripresa nel giardino di un palazzo. Dieci ragazzi e quattro ragazze, in tenute dal gusto ancora ottocentesco, che vorrebbe esser di gala. Al centro, tra le fanciulle, un ragazzo dal volto ovale, con un rotolo di musica in mano.

continua a leggere >

Per Victor de Sabatadi Gianandrea Gavazzeni

È proprio per lui, per Victor de Sabata, che possiamo dire: una vita intera calata nella vita della musica. Tra quante esistenze di musicisti il nostro tempo ha conosciuto — compositori, interpreti — è stata la sua tra le più totali e assolute.

continua a leggere >

Ricordo di Victor de Sabatadi Lorin Maazel

Il debutto di Victor de Sabata con la Pittsburgh Symphony nella stagione 1948-49 fece scalpore nell’ambiente musicale americano. Non s’era mai visto né sentito uno come lui. Fantasia sconfinata, repertorio esotico, galvanizzante presenza scenica, impressionante conoscenza degli strumenti: tutto contribuiva a mandare in estasi uditorio e orchestrali.

continua a leggere >

Progetto d’Artistadi Vincenzo Vitale

Claude Debussy, disegnando la partitura di Jeux, creò un’opera la cui esecuzione non potrà mai affidarsi al mestiere, anche se scaltrito, del comune sbacchettatore. Uscire da quel labirinto sottile e filigranato, non lasciarsi abbagliare e stordire dai guizzi coloristici del contesto strumentale…

continua a leggere >

Testimonianze tratte da:
“L’arte di Victor de Sabata” di Teodoro Celli
ERI/Edizioni RAI, Torino, 1978

Testimonianze di

Orchestrali

Tino Bacchetta

Violinista dell’Orchestra della Scala

Giuseppe Caruso

Prima tromba dell’Orchestra della Scala

Ugo Corti

Viola dell’Orchestra della Scala, e poi capo del personale del Teatro

Mario Dorizzotti

Percussionista dell’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia

Franco Fantini

Primo violino di spalla dell’Orchestra della Scala

Pierino Gaburro

Primo oboe dell’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia

Giuseppe Padalino

Violino dell’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia

Francesco Ranzani

Primo oboe dell’Orchestra della Scala

Enzo Soldatini

Prima tromba dell’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia

Arrigo Tassinari

Flautista concertista e primo flauto dell’Orchestra della Scala

Alberto Zani

Violinista dell’orchestra della Scala

Altre testimonianze

Victor de Sabata e Triestedi Eliana Ceccato de SabataTratto da: “Lungo il Novecento. La musica a Trieste e le interconnessioni tra le arti”

Era nato a Trieste, il 10 aprile 1892 ed è mancato a Santa Margherita Ligure, l’11 dicembre 1967. Al mare.
È nato e spirato accanto al suo tanto amato mare.

continua a leggere >

Dai diari (1935)di Umberto GiordanoTratto da : Diari di Umberto Giordano, 2013, Foggia. Comune di Foggia, Fondazione Banca del Monte Domenico Siniscalco Ceci. A cura di Carmen Battiante

Alle 12 e ½ assisto alla prova antigenerale di Fedora alla Scala diretta da de Sabata e cantata dalla Cobelli e da Pertile. Sono rimasto entusiasta della concertazione di de Sabata, nervosa, colorita, elastica, precisa : tutte le piu’ belle risorse che si possono ottenere.

continua a leggere >

Pietro GambaDirettore d’orchestra

Per manifestare la profonda venerazione, indelebile, che tutti abbiamo per il Maestro Victor de Sabata, basti citare la frase pronunciata da un musicista anglosassone, fra le tante espressioni fervorose che mi furono dette da artisti di tutto il mondo e che ebbi l’immensa gioia di trasmettere personalmente al Maestro: Gli dica che Lo aspettiamo in ginocchio.

Avete materiale audiovisivi, testi, documenti o volete inviare un ricordo su Victor de Sabata?

Inviateli all’indirizzo info@victordesabata.it – Grazie fin d’ora!